Ristrutturazione casa a Napoli

La ristrutturazione in questo caso ha coinvolto un piccolo fabbricato indipendente su due piani mai ristruturato. Oltre la ristrutturazione ordinaria - che in realtà ha coinvolto il solo piano primo, e solo internamente, in cui sono stati sostituiti pavimenti, rivestimenti, porte, infissi, impianto termoidraulico ed elettrico - si è proceduto ad un rinforzo strutturale di parte del fabbricato in quanto presentava evidenti lesioni murarie sia interne che esterne. Le lesioni in parte mascherate da un intonaco esterno ormai ammalorato e dunque ripristinato totalmente durante i lavori, sono state aggravate col tempo da una perdita provenite dal lastrico solore e mai riparata. Durante l'intervento di ripristino interno/esterno si è addirittura constatato che il muro in tufo del piano primo non poggiava interamente sulla muratura del piano terra in quanto essa presentava una cavità (h=2.20m l=1.00m spessore=0.30m) dovuta a una sciagurata chiusura superficiale di una vecchia porta di ingresso, lasciando come appoggio solo una vecchia architrave in legno ormai marcia. E' stato necessario rimpizzare tale cavità con sabbia e cemento e arpionare con dei tiranti la muratura ad una putrella appositamente piazzata a tal fine. Essendo una casa datata è stato necessario ampliare e standardizzare tutti i vani delle bussole interne con opprotunr putrelle di sostegno oltre che portare allo stesso livello di posa pavimento tutto il piano primo in quanto si presentava su ben 3 livelli diversi con una differenza max di 35 cm. Per ovviare al problema dislivello tra le stanze si sono dovuti realizzare due gradini all'ingresso con apposito muretto laterale. Si è poi provveduti al ripristino della guaina del lastrico solore dove occorreva e alla protezione di tutta la guaina esistente con prodotto apposito. Sul lastrico è stato realizzato, per allontare l'acqua piovana dalle facciate del fabbricato, un coronamento di tegole in cotto. In una delle camere che risultava essere fredda e umida, poichè non esposta mai al sole, è stato realizzato un isolamento utilizzando prima un intonaco speciale del gruppo tedesco 'Weber-san Evoluzione Top' applicato direttamente sulla muratura in tufo per la questione umidità, poi è stata realizzata una intercapedine in cartongesso nella quale sono stati inseriti i pannelli di STYROFOAM per l'isolamento termico.